Interventi di illuminazione per i beni culturali e le opere d’arte

Il modulo argomenterà i seguenti punti:
• Valorizzazione e conservazione dei Beni Culturali: attenta calibrazione di luce e ombra per la valorizzazione dello spazio architettonico attraverso un attento equilibrio delle luminanze, resa cromatica e spettro luminoso calibrato sui pigmenti caratterizzanti le opere. Individuazione dei profili di rischio per la conservazione
• Comfort visivo: Riduzione della visibilità degli apparecchi di illuminazione negli scenari di “visita”
• Risparmio energetico
• Ottimizzazione dei processi di manutenzione
• Flessibilità del sistema
Esempi di realizzazioni:
• Nuova luce per la Cappella Sistina
• Nuovo impianto di illuminazione della Basilica di Assisi: Superiore, Inferiore e Cripta
• Linee guida per l’illuminazione del Colosseo
Spazi Espositivi
• Analisi tipologica rispetto alle opere esposte
• Analisi tipologica rispetto al contenitore
• Flessibilità d’uso dello spazio
• Sistemi di comunicazione sull’involucro degli spazi espositivi
• Tipologia di edificio e sistemi di comunicazione notturna/diurna
• Parametri di progetto per una corretta visione delle opere e dell’ambiente espositivo e relativa conservazione
• Schemi tipologici di illuminazione
• Sistemi e sotto-sistemi di illuminazione degli spazi espositivi
• Principali tipologie di illuminazione delle vetrine espositive

Esempi di realizzazioni:
• Mostra “Novecento”, Scuderie del Quirinale, Roma
• Mostra “I cento capolavori dell’Hermitage”, Scuderie del Quirinale, Roma
• Mostra “Salgado in cammino”
• Mostra “Rinascimento”
• Mostra “Alessandro Valeri”