Illuminazione delle chiese

Occorre innanzitutto distinguere i diversi scenari luminosi necessari in una Chiesa, in relazione alle sue caratteristiche e alle sue possibili utilizzazioni: innanzi tutto l’utilizzo primario come luogo di celebrazione delle funzioni religiose; poi, se si tratta d’una Chiesa oggetto d’ammirazione quale monumento di rilievo nella storia dell’architettura, l’utilizzo come opera d’arte da ammirare e studiare; altri scenari sono quelli eventuali di sede di concerti o di conferenze; quello per le semplici visite di preghiera; ecc.

Alcuni esempi di Chiese illuminate: S. Francesco d’Assisi; San Lorenzo Maggiore, a Milano; Santuario di Loreto; San Marco, a Venezia; Duomo di Lecce.